Clerici Tessuto chiude il 2121 con una crescita del 22%

Il gruppo Clerici Tessuto, si appresta a celebrare i propri 100 anni di attività, forte di un ottimo andamento nell’esercizio appena concluso.
Il fatturato 2021 si è infatti attestato su oltre 51 milioni di euro, in crescita del 22% sull’esercizio precedente e con un importante ritorno all’utile dopo il difficile periodo legato alla pandemia ed alle misure richieste per fronteggiare la stessa.

Dichiara Stefano Bernasconi, Amministratore Delegato di Clerici Tessuto: “Siamo molto soddisfatti della capacità di ripresa dimostrata dall’azienda che si appresta a celebrare i propri 100 anni di attività con lo sguardo saldamente rivolto al futuro. Già nel 2022 vorremmo tornare ai volumi pre-crisi, con un giro d’affari di circa 70 milioni di euro, tuttavia le nostre ambizioni e stime saranno condizionate dalla profonda incertezza dei mercati e delle conseguenze macroeconomiche del conflitto in essere”.

I vertici del Gruppo, con l’obiettivo di approfondire la collaborazione con la propria clientela di alta gamma e rendere i propri prodotti sempre più performanti, stanno continuando ad investire in ricerca e sviluppo, per finalizzare proposte capaci di rispondere contemporaneamente alle esigenze di sostenibilità, performance e estetica richieste dai clienti più esigenti.

“Il perfetto equilibrio che questa azienda riesce a garantire tra salvaguardia delle più ricercate lavorazioni storiche ed artigianali, come il velluto a bacchetta e il tessuto chinè tradizionale, e le più avanzate innovazioni di prodotto e di processo” ha aggiunto Stefano Bernasconi, “ci consentono oggi di supportare al meglio la creatività di stilisti e responsabili di prodotto che trovano in noi il partner ideale per trasformare la loro idea creativa in tessuti sempre più unici ed esclusivi”.

Altri articoli che potrebbero interessarti